DAIDO MORIYAMA (TATE) by Daido Moriyama

70,00

Condition: NEW BOOK
Publisher: Tate Publishing
Edition: FIRST EDITION, RARE BOOKS

Copertina morbida prima edizione
Tate Publishing (2012)
224 pagine
200 foto a colori e in bianco e nero
brossura 23,0 cm x 17,2 cm
inglese

Introduction by Simon Baker
Texts by Minoru ShimizuKoji Taki

Daido Moriyama (b.1938) is widely recognized as one of Japan’s most important and influential photographers. Emerging from the Provoke movement of the 60s, which challenged, primarily through its publications, the rigid artistic formalities of the Japanese photographic scence at that time, he created highly innovative and intensely personal work, often depicting what he saw as the breakdown of traditional values in post-war Japan.

Born in 1938 in Osaka, Moriyama moved to Tokyo in 1961, becoming a fully-fledged freelance photographer in 1964, heavily influenced by his contemporary Shomei Tomatsu, as well as the work of William Klein in New York, Andy Warhol’s silkscreened newspaper images, and the writings of Jack Kerouac. His pictures are characterised by a gritty, high contrast black-and-white aesthetic, or ‘are, bure, boke’ (grainy, blurry, out-of-focus), concentrating on the little-seen parts of the city and the fragmentary nature of modern realities.

Questo libro tempestivo, che sarà l’unica rassegna del lavoro di Moriyama attualmente disponibile in inglese, includerà un’introduzione di Simon Baker , curatore della fotografia alla Tate, e due testi recentemente tradotti sull’artista: ‘ The Myth of the City ‘ di Koji Taki ; e ” Reconsidering” Grainy, Blurry, Out-of-focus “ ” di Minoru Shimizu, pubblicato per la prima volta nel seminale libro fotografico di Moriyama Farewell Photography e tradotto in inglese qui per la prima volta.

1 in stock

 
Genius: Daido Moriyama

Copertina morbida prima edizione
Tate Publishing (2012)
224 pagine
200 foto a colori e in bianco e nero
brossura 23,0 cm x 17,2 cm
inglese

Introduzione di Simon Baker
Testi di Minoru ShimizuKoji Taki

Daido Moriyama (nato nel 1938) è ampiamente riconosciuto come uno dei fotografi più importanti e influenti del Giappone. Emerso dal movimento Provoke degli anni ’60, che sfidò, principalmente attraverso le sue pubblicazioni, le rigide formalità artistiche della scena fotografica giapponese in quel momento, creò lavori altamente innovativi e intensamente personali, spesso raffiguranti ciò che vedeva come la rottura dei valori tradizionali nel Giappone del dopoguerra.

Nato nel 1938 a Osaka, Moriyama si trasferì a Tokyo nel 1961, diventando un vero e proprio fotografo freelance nel 1964, fortemente influenzato dal suo contemporaneo Shomei Tomatsu, così come dal lavoro di William Klein a New York, dalle immagini dei giornali serigrafate di Andy Warhol e gli scritti di Jack Kerouac. Le sue immagini sono caratterizzate da un’estetica in bianco e nero grintosa e ad alto contrasto, o ‘are, bure, boke’ (granulosa, sfocata, sfocata), concentrandosi sulle parti poco viste della città e sul frammentario natura delle realtà moderne.

Questo libro tempestivo, che sarà l’unica rassegna del lavoro di Moriyama attualmente disponibile in inglese, includerà un’introduzione di Simon Baker , curatore della fotografia alla Tate, e due testi recentemente tradotti sull’artista: ‘ The Myth of the City ‘ di Koji Taki ; e ” Reconsidering” Grainy, Blurry, Out-of-focus “ ” di Minoru Shimizu, pubblicato per la prima volta nel seminale libro fotografico di Moriyama Farewell Photography e tradotto in inglese qui per la prima volta.

Weight 1 kg
Condition

NEW BOOK

Edition

FIRST EDITION, RARE BOOKS

Publisher

Tate Publishing

SKU: ISBN 9781849761390 Category:
Updating…
  • No products in the cart.